Intervista a:

Alessandro Viola Head of Corporate Sales NEXI

 

 

 

 

 

Nexi, che si definisce la Paytech delle Banche, come vede il ruolo del digitale nei pagamenti fisici / virtuali?

Ormai è un dato di fatto e noi lo crediamo fortemente che la tecnologia abbia superato i contanti.

Da questo nasce una nuova logica di offerta, di servizi e di dati.

Facciamo l’esempio dello SmartPOS, che Nexi ha lanciato nel 2018, grazie al quale non solo è in grado di offrire al merchant l’accettazione dei pagamenti elettronici, come un POS tradizionale, ma mettere a disposizione un ecosistema unico e rivoluzionario in grado di erogare servizi a valore aggiunto attraverso una molteplicità di app integrate.

Lo SmartPOS può svolgere la funzione di cassa e diventare lo strumento di supporto per la gestione di tutta l’attività, dalla fatturazione elettronica alla rendicontazione, alla gestione del magazzino.

Penso in particolare al settore della ristorazione dove le app hanno una funzione fondamentale per la gestione delle prenotazioni, degli ordini e di supporto al cliente come nella chiamate taxi e molto altro; da oggi è possibile fare tutto questo direttamente dallo SmartPOS.

 

La nuova frontiera dell’ecommerce sono gli Invisible Payments. Qual è la vostra visione e su cosa state lavorando?

Gli Invisible Payments sono la naturale evoluzione dell’ecommerce e in quanto tali, una nuova opportunità anche per il retail fisico.

Si sta sviluppando un’esperienza d’acquisto del tutto nuova, più semplice e piacevole, che consente di pagare un servizio o un bene senza dover tirare fuori il portafoglio e senza esibire la carta; tutto grazie ad un’app che permette di  tokenizzare la carta  (‘card on file’) e procedere al pagamento in modo semplice ed immediato.

Esistono settori dove gli invisible payment hanno già un livello di utilizzo massivo, pensiamo ad esempio al pedaggio autostradale o al car sharing; ci sono invece industry dove l’invisible payment è in forte sviluppo come nella gdo, nel retail non food e nel luxury. In questi settori l’invisible payment è anche considerato il canale per poter comunicare in modo diretto e immediato con i propri consumatori.

Semplice, sicuro e invisibile. E il retail fisico diventa un luogo per un’esperienza di acquisto del tutto innovativa.

Molti sono gli esempi già in essere, dove avviene una esperienza di acquisto di questo tipo:

non ci sono punti cassa ma personale addetto alla vendita e in movimento per lo store a supporto sia della vendita sia del pagamento.

Se il negozio è affollato, si può acquistare nel negozio e pagare online dopo essersi registrati.

Quindi l’esperienza è in parte fisica nel negozio ma invisibile per quel che riguarda il pagamento.

© 2017 Brainz s.r.l. - All right reserved

Designed and Developed by Brainz Italy SRL.