Intervista

Emilio Quinto Facility Manager Corporate EATALY

 

 

 

Conservare energia senza sacrificare il comfort termico. Quali soluzioni possibili nella gestione dell’aria? 

Eataly ha unito le forze con Eni gas e luce con l’obiettivo di diffondere la cultura della sostenibilità. Il primo passo è stato l’efficientamento energetico dei punti vendita partendo dall’ottimizzazione degli impianti di condizionamento. La chiave per il raggiungimento del binomio saving energetico-comfort termico è la gestione attiva dei sistemi di condizionamento. Impianti HVAC che conoscono trend e “abitudini” di un ambiente, e che sanno reagire dinamicamente alle loro variazioni, possono anticipare azioni e modulare l’intervento delle macchine termiche, per garantire costantemente condizioni ideali dell’aria risparmiando energia. Il primo passo in questa direzione è acquisire dati relativi alle caratteristiche dell’aria: CO2, umidità e temperatura. Successivamente questi dati devono essere interpretati e processati. Incrociando queste informazioni con i trend passati e le previsioni di esercizio dell’ambiente da condizionare, è possibile ottenere le corrette indicazioni da fornire agli impianti. Conoscere puntualmente quali sono le condizioni climatiche interne ed esterne, di uno spazio da condizionare permette di scegliere sempre in modo accurato quando e come intervenire, evitando sprechi e massimizzando l’efficacia delle macchine installate. Quando poi acquisizione ed elaborazione dati vengono affidate ad un sistema di intelligenza artificiale, il risultato è enfatizzato.

 

Quali i sistemi e le tecnologie presenti sul mercato oggi che permettono alle aziende di migliorare l’affidabilità e riduzione dei costi di manutenzione?

Incremento di affidabilità e riduzione dei costi, sono i due pilastri sulla quale si fonda la manutenzione. A partire dagli albori della civiltà l’uomo ha dovuto scontrarsi con la realtà che i beni materiali non sono eterni. Nel corso della sua evoluzione ha imparato a maneggiarli e trattarli per allungarne la loro vita. Con la rivoluzione industriale ha scoperto quanto l’attività di cura e ripristino delle attrezzature da lavoro fosse fondamentale. Oggi l’informatizzazione fornisce un incredibile aiuto alla manutenzione, permette di tracciare frequenze di rottura e di costruire storicità per ciascuna macchina. Snellisce i processi di archiviazione, e rende quasi istantaneo il flusso di informazioni. L’utilizzo dei moderni CMMS fornisce alle aziende uno strumento incredibilmente potente nell’incremento dell’affidabilità e nella riduzione dei costi di manutenzione. Nel corso del 2020 Eataly ha intrapreso un percorso verso l’informatizzazione del reparto manutenzione, iniziato con la realizzazione di un software customizzato sulle proprie esigenze, che potesse fornire un valido aiuto a tutti gli attori coinvolti: manutentori, reparti e direzione. Oggi l’informazione circa un guasto viene veicolata attraverso un qualsiasi pc, smartphone o tablet, raggiunge istantaneamente la squadra di manutenzione, che prendendo in carico l’attività e aggiornando lo stato di esecuzione della stessa fornisce informazioni in tempo reale circa lo stato del ripristino. Il software permette al manutentore di reperire rapidamente schede tecniche, materiale informativo o un diretto contatto con la casa produttrice o il service esterno. La gestione delle attività preventive diventa sempre più precisa e puntale e permette di ridurre significativamente i guasti e di risparmiare.

 

 

© 2017 Brainz s.r.l. - All right reserved

Designed and Developed by Brainz Italy SRL.