Intervista

Daniela Jurado Jabba General Manager per l’Europa Occidentale VTEX 

 

 

 

Quali sono le caratteristiche distintive della piattaforma VTEX?

Mi piace presentare VTEX con due approcci distinti: da un lato quello tecnologico, perché siamo un’azienda di software ed offriamo una piattaforma. Dall’altro lato, però, siamo un’azienda fatta di persone e competenze, quindi amiamo definirci anche come consulenti.

Dal punto di vista del fornitore di tecnologia posso dire che la caratteristica distintiva della nostra piattaforma è permettere di far crescere i nostri clienti. Ritengo che questa sia la cosa principale, non importa quanto il cliente fatturi oggi, l’importante è che domani fatturi 3, 4, 5 volte di più, perché la piattaforma e la tecnologia stessa glielo permettono e lo fanno fornendo la scalabilità sul traffico, sulla quantità di sessioni, sulla quantità di ordini, performando allo stesso modo, sia lato front-end che lato cliente finale.

La seconda peculiarità è che oggi VTEX rappresenta l’unica piattaforma che permette di integrare tutti i canali di vendita in un unico sistema e lo permette in forma nativa.

Lo dico  perché esistono altre piattaforme che permettono di farlo tramite sistemi di terze parti, ma nel nostro caso possiamo dire che siamo nati con una serie di feature che permettono ad un cliente di partire oggi con il vendere solo i suoi prodotti, per poi domani diventare magari un marketplace.

Terzo, ma non ultimo punto, il tasso di conversione. Torno a ripetere che il nostro obiettivo è quello di far vendere di più ai nostri clienti. Intendiamo farlo offrendo loro diverse feature, la più importante delle quali è lo Smart Checkout, che permette di fare un acquisto senza dover inserire tutti i dati ogni volta.

La nostra piattaforma permette infatti di salvare i dati, anche quelli sensibili o quelli della propria carta di credito, in modo totalmente sicuro e GDPR compliant, e ciò ha impatto diretto sull’aumento del tasso di conversione.

Citerei anche la possibilità di attuare un progetto ”headless”, altra tendenza di cui assistiamo ultimamente a una crescita e da quale VTEX è pioniere per il fatto di essere già nata come una piattaforma API-first, In questo senso la piattaforma VTEX offre un notevole grado di flessibilità.

Tornando al secondo punto – ossia quello che ci definisce azienda di persone – per me oggi il principale punto distintivo di VTEX risiede nel supporto clienti. Vantiamo un team altamente qualificato e competente, con un background nel settore retail e quindi una conoscenza accurata dei problemi che un brand può avere col proprio e-commerce prima che con la tecnologia su cui esso si basa.
Riteniamo che un team di questo genere porti un elevato valore aggiunto anche per i clienti, che possono contare non solo su un supporto tecnico, bensì sull’aiuto di un consulente di tipo success management, in grado di aiutarlo a vendere di più e a vendere meglio.

 

Che relazione esiste tra ecommerce e gli altri canali di vendita?

Prima di tutto ritengo che questo non debba essere visto come un rapporto di “concorrenza”. L’online deve essere compreso e trattato come un canale che eventualmente può aumentare le vendite dei negozi fisici o degli altri canali.

Se pensiamo a qualche esempio concreto, citando proprio alcuni nostri clienti internazionali, Unilever ha avviato con noi un progetto online di tipo marketplace B2B, esempio lampante di combinazione dei due canali (marketplace e B2B appunto), che dimostra esattamente il concetto sopra esposto.

Unilever è il front line, quello che fa il marketing, ma alla fine io, cliente finale, ricevo il prodotto dai distributori e non direttamente da Unilever. Un complesso sistema interno invia gli ordini direttamente al distributore che si occupa di tutto il processo di logistica, fatturazione e spedizione al cliente finale. Questa è una dimostrazione di come l’online può portare valore aggiunto al marchio, ma anche a tutta la supply chain intesa nella sua globalità.

Il cliente deve essere al centro. Il cliente il è cliente, non importa quale canale scelga. E il cliente desidera e si aspetta di essere considerato in questo modo: vuole che tu, in quanto marchio, sappia esattamente che cosa sta acquistando, indipendentemente da quale canale stia usando per farlo.

Per questo è così importante avere una visione a 360 gradi delle abitudini di acquisto e fruizione dei servizi da parte dei clienti, e capire le loro preferenze per poter aumentare la customer experience indipendentemente dal canale scelto per gli acquisti.

 

© 2017 Brainz s.r.l. - All right reserved

Designed and Developed by Brainz Italy SRL.